martedì 12 febbraio 2013

Come riordinare una stanza in tre mosse e 25 minuti

Non so se capita solo a me, ma basta che io mi distragga per mezza giornata e improvvisamente il soggiorno è invaso da cartacce o in camera da lettoc'è un apila di vestiti che non finisce più.
La verità è che ogni giorno bisognerebbe tenere d'occhio tutti gli angoli in cui accumuliamo le cose e ripulirli, cercando anche di evitare i comportamenti che ci portano al disordine.
Io ad esempio devo sempre e dico sempre controllare che nella sedia in camera da letto non si accumulino maglioni usati per qualche ora, pantaloni della tuta e via dicendo. Basta un solo giorno e improvvisamente tutto quello che appartiene alla categoria abbigliamento va a finire lì.
(La scrivania meriterebbe,e meriterà, un post a parte ma per ora è ancora un tabù)
In soggiorno la stessa cosa: pubblicità, riviste, cartacce varie, volantini vanno a finire in una zona determinata della tavola. Quella che non usiamo mai e che quindi si presta ad essere riempita con cose inutili. Oppure sotto ai cuscini del divano, vogliamo parlarne, lì si nasconde un mondo!
Ecco quindi come provo a risolvere quando il limite sta per essere superato.


  • Tutto al suo posto 
 Per prima cosa prendere tutto quello che non appartiene a questa stanza (le tazze sul comodino? I calzini sotto il divano?) e rimetterlo in ordine. 

Io no ho una casa grande e di solito le cose  da sistemare sono poche, ma per una casa più grande o disordinata potrà essere necessario usare delle borse: una per ogni zona e poi risistemare tutto. 
 Potrebbe essere utile tenere conto anche di una borsa per le cose da donare.Questo di solito mi impegna per 10 minuti.

  • Pulizia
Ora che la stanza è stata liberata dalle cose in più si possono passare 10 minuti a pulire le parti che fino ad ora sono state nascoste dal disordine. 
 Non è una pulizia generale della stanza, visto che quella è già programmata settimanalmente, ma solo una "passatina" veloce per togliere le macchie delle tazze dal comodino per esempio.

  •  Ordine
  E infine la parte più divertente  e creativa: rimettere apposto. A me piace molto cambiare disposizione di oggetti e scoprire che magari stanno meglio in un certo posto piuttosto che dove sono rimasti nell'ultimo anno. Si può abbellire la stanza con decorazioni come candele, portafoto, quadri; insomma spazio alla fantasia!


Direi che per completare il lavoro e renderlo perfetto una buona base musicale non può mancare.


13 commenti:

  1. Bellissimo post, io ci provo sempre...a riordinare, ma dura pochissimo!
    Purtroppo (o per fortuna) sono una disordinata "creativa" ed ho sempre un sacco di roba in giro...e gli altri non sono da meno...
    La cosa bella è che quando fai ordine e pulizia...si nota la differenza..mica come in quelle case dove si continua a pulire sul pulito!!
    Buona giornata!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. E' verissimo,se non fossimo disordinate non ci sarebbe neanche soddisfazione a pulire!

    RispondiElimina
  3. Io in linea di massima sono abbastanza ordinata e organizzata, ma questo sistema è veramente utile sempre..a casa mia funziona!

    RispondiElimina
  4. Ho condiviso il tuo post sul mio blog, spero che non ti dispiaccia!
    Fammi sapere ;)

    http://ilmondoverdedinonnapapera.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero persa questo tuo blog:ci vado subito!

      Elimina
  5. Purtroppo con dei bambini in giro per casa ... addio ordine ma ci si fa l'abitudine ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E infatti io molto probabilmente ci riesco solo perchè non ho figli!Troppo facile eh?

      Elimina
  6. Condivido tutto! Io nel disordine ci vivo benissimo ed e' molto piacevole mettere a posto....ogni tanto.... E sono pure brava. Ahime' pero' c'ho un marito ossessionato dall'ordine.....e questo mi complica un po' le cose. Intanto faccio incetta di consigli utilissimi. Grazie mille!Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella!Avere un marito ordinato può farlo diventare addirittura peggio di una suocera; e poi ti fa venire i sensi di colpa.

      Elimina
  7. carinissimo questo post ;).

    http://www.cristinasurdu.com/

    RispondiElimina
  8. Io sono una ex sostenitrice del tutto in ordine, chi ha vinto la battaglia sono miei figli. Sono io che mi sono adattata al loro disordine. Non potevo farmi venire un ulcera per avere tutto a posto tutti i giorni...così mi limito alle grandi pulizie. Se c'è un pò di disordine non muore nessuno, l'importante è che ci sia pulizia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perfettamente d'accordo con te:per me è più facile perchè figli non ne ho.Ma non ha senso rovinare i pochi momenti che si passano con la famiglia per avere la casa in ordine a tutti i costi!

      Elimina
  9. bellissimo ed utilissimo post,ho 12 anni e con questo sistema è stato facilissimo riordinare la mia disastrosa camera!!!! Vali

    RispondiElimina

Grazie per essere passati. Se vi va lasciatemi un commento con le vostre opinioni ed esperienze. Grazie!